Il ritorno di Sonia

images

Se ne è parlato tanto in questi ultimi giorni.

Dapprima un’intervista per La Repubblica, perché se uno deve pensare ad un personaggio simbolo della cosidetta “tv locale” in occasione della chiusura dell’ultima rete superstite, non puoi non pensare a lei, che tre anni fa lasciò un vuoto immenso nei palinsesti generalisti “dei poveri” e non andarla a cercare.

Poi l’abbiamo citata anche noi del NabikiblòB nel podcast di Sanremo, augurandocela come valletta per il prossimo anno, perché è giusto che tutti la possano conoscere.

Infine la splendida notizia di un intervento a radio Studio 93  dove lavora la mia amica Paola.

Di corsa a scaricare l’applicazione, no, non posso perdere questa oretta di programma con colei che ha fatto la storia della televisione!

Già, perché se sei stato ragazzino/a , bambino/a, madre o padre a Roma, non puoi non ricordare chi era Soniadisuper3 tuttoattaccato, perché costei, oggi ha addirittura un cognome ed un età, ma all’epoca era solo quella che stava praticamente tutta la vita in tv tra un cartone e l’altro, cartoni che italia1 non passava mica, e se passavano erano censurati e non ci si capiva niente.

Io sono in un certo senso mortificata, so perfettamente che questo cassetto della memoria non potrà esser capito dalla maggior parte degli avventori di questo blog, perché nessuno, eccetto chi ha vissuto gli anni 90 nel Lazio, potrà mai capire l’immensità di questa donna, che aveva una naturalezza tutta “ciociara” a tratti romanesca, questa “tata” improvvisata che leggeva letterine e invitava bambini in studio.

Bambini che facevano la fila per andarci e ricordo bene quella “gnappetta” di mia cugina La Giulia quando era tra questi…che io prendevo un po’ in giro, perché più grande, ma è grazie a Sonia se io oggi ho un nickname che deriva da una serie tv giapponese che la generalista non avrebbe mai e poi mai passato.

imgres

Sonia e i suoi spottoni, gli sciroppi, i negozi di giocattoli…per farvi capire la popolarità di Sonia posso solo dirvi che le dedicarono addirittura una bambola, probabilmente non le rendeva giustizia.

Sonia, che rivela alle amiche di Studio 93 che sì, aveva paura di non essere in grado di poter cantare la canzone della buonanotte, che la provava cantandola a squarciagola in macchina andando al lavoro.

Sonia, la nostra prima ed unica celebrità dalla voce e dal look inconfondibile, Sonia che ci ha salutati in trasmissione con un “grazie”, Sonia che si commuove perché Tiziano Ferro in persona personalmente le lascia un messaggio tramite il watsapp della radio che baci perugina scansateve, Sonia che oggi è una tabaccaia, ed io e La Giulia dobbiamo assolutamente fare un salto a Latina per un pacchetto di sigarette.

Sonia Sonia Sonia. Torna in tivvù te prego!

Leggici una letterina come solo tu sai fare, facci vedere quei Doraemon tutti storti e quei maghi pancioni sbilenchi, fatti due chiacchiere col robottino Birillo e cantaci la canzone della buonanotte.

Sonia che mi ha fatto l’autografo che vi mostro orgogliosa!

12053265_10208900666262227_1210768540_n

E qui mi fermo, perché davvero il cassetto aperto è troppo emozzzzzionante, poi va a finire che mi vado a cercare anche Nonno Ugo del mobilificio Rossetti ,scopro che è morto e mi sale la tristezza del pagliaccio Tata.

Ma questa la capisci solo se sei stato bambino a Roma negli anni 80.

 

P.S. Un supermegagigantesco GRAZIE a Paola che mi ha fatto questo regalo meraviglioso.

P.P.S. Fatela tornare al più presto!

 

Sonia…

Chi è di Roma e dintorni lo sa…oggi è un giorno di “lutto” per le reti locali, una realtà che ormai non esiste quasi più da tempo, eppure a detta di molti, LEI resisteva al tempo, al vento e alle intemperie.
SUPER 3 non esiste più, chi sa di cosa sto parlando saprà anche che adesso SONIA è libera di andare in ferie.
Forse invecchierà improvvisamente, forse ci dirà il suo cognome, forse riusciremo a farci “micizia” su feisbuck o forse così…rimarrà per sempre SONIA DI SUPER 3, Quella della POSTA DI SONIA, della pubblicità degli sciroppi Pallini, quella che faceva il verso a bim bum bam  ma che i cartoni fighi di Sonia bim bum bam se li sognava!
Lei che ospitava un ragazzino al giorno negli studi di VIA DAMIANO CHIESA (eh si, ricordarsi l’indirizzo della posta di Sonia è normalissimo!) e tra questi ragazzini un giorno fu chiamata anche la mia mitica cugina La Giulia, orgoglio di famiglia, tutti a registrarla in “televisione” e a chiederle “com’è com’è dal vivo?”
Sonia dall’età indefinita…Sonia e la canzone della buonanotte.
Sonia e il robottino Birillo.
Sonia…rimarrai per sempre nei nostri cuori.

Altro che Peppe Pig e chicchicocolapostadiyoyo…